Il Parco di Portofino, il fascino delle rocce

0 95

Bellezza, unicità e natura in tutte le sue forme: sono queste le caratteristiche del parco di Portofino,l’area protetta costiera ligure più a settentrione del Mediterraneo occidentale. Vanta paesaggi tra i più celebri al mondo perché in pochi passi si va dai freschi boschi appenninici all’assolato mondo mediterraneo sovrastante le falesie, dalla civiltà del castagno a quella dell’ulivo, dalle tradizioni contadine alle attività legate al mare e alla pesca tradizionale.
Per non lasciarsi sfuggire nulla, basta percorrere la rete di oltre 80 km di sentieri, adatti ai più allenati ed esigenti, ma anche agli amanti delle passeggiate poco impegnative. Con gli scarponi da trekking ai piedi è possibile raggiungere ambienti selvaggi, paesaggi incantati, punti panoramici, baie e scogliere, insediamenti rurali e borghi marinari ricchi d’arte e storia. Tra l’altro, il clima mite del promontorio di Portofino, permette di effettuare escursioni tutto l’anno, magari prediligendo durante l’inverno l’assolato versante marittimo e, nella calda stagione estiva, i freschi sentieri del versante settentrionale.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Dal punto di vista faunistico, spiccano la Ninfa del Corbezzolo, vistosa farfalla tipica della macchia mediterranea, il Cervo volante, il più grande coleottero d’Europa, la Salamandrina dagli occhiali endemismo italico; mentre un discorso a parte merita l’avifauna, con circa 100 specie tra le quali il Falco pellegrino, rapace diurno che può essere avvistato in particolare sopra la zona di Cala dell’Oro. La flora del Parco di Portofino è costituita da oltre 900 specie vegetali superiori, nonostante il territorio limitato, e tra le endemiche c’è la Sassifraga spatolata. Una curiosità: questa pianta, simbolo del parco, durante le glaciazioni era diffusa sulle montagne intorno al Mediterraneo, con il caldo si estinse in gran parte dell’areale rimanendo oggi solo sulle Alpi Marittime (a circa 1900 metri di quota) e nel Parco di Portofino.
Questo pezzo di terra, infine, è unico anche per la morfologia delle coste, in gran parte molto ripide, che ha dato vita a un ambiente subacqueo caratterizzato dalla presenza di anfratti e grotte che favoriscono lo sviluppo del corallo rosso e diverse specie di gorgonie, tra cui la gorgonia rossa con i suoi grandi ventagli, e altri colorati organismi sottomarini.

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.