La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Kenaf, la fibra naturale per l’edilizia

2

Nell’edilizia sostenibile si sta facendo strada un nuovo materiale green: il kenaf, una fibra naturale simile alla canapa, che vanta una capacità di accumulo del calore più alta rispetto ad altri isolanti. Si ricava da una pianta della famiglia delle Malvacee ed è riutilizzabile, riciclabile e biodegradabile al 100%.

La caratteristica principale del kenaf è la traspirabilità all’interno di pareti e cappotti interni/esterni o di solai, tetti e pavimenti. È utile come isolante termico e acustico perché la struttura naturale delle fibre permette un assorbimento delle onde e delle vibrazioni sonore.
La fibra di kenaf è prodotta in rotoli flessibili di diverso spessore e in pannelli semirigidi a densità elevata che vengono impiegati nelle intercapedini di strutture in legno e muratura, nei cappotti interni ed esterni ventilati, nelle coperture ventilate, nelle pareti divisorie interne, nei controsoffitti, nei sottopavimenti e nei solai. Al momento, è richiesta sia nelle nuove costruzioni sia nelle ristrutturazioni in ottica di bio edilizia.

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.