La Cina dice stop alla spazzatura straniera

0 89

Le cose in Cina stanno cambiando. Il governo cinese ha notificato all’Organizzazione mondiale del commercio che a fine 2017 smetterà di importare 24 tipi di rifiuti. E non è poco considerando che il gigante asiatico ne acquistava 50 milioni di tonnellate all’anno. Poi Pechino ha detto basta al ruolo di discarica del mondo perché grandi quantità di rifiuti tossici sono mischiate ai rifiuti tradizionali che invece possono essere riciclati. Uno stop che avrà molte ripercussioni sull’industria globale del riciclo, sull’economia e l’ambiente.
Il Bureau of International Recycling, l’organizzazione che sostiene gli interessi dell’industria del riciclaggio su scala internazionale, lamenta il breve preavviso e ha già presentato una protesta all’Organizzazione mondiale del commercio.
Del resto dagli anni ’90 l’industria cinese è sempre stata assetata di materie prime, ma ora si ritrova sommersa da rifiuti provenienti da Europa, Corea, Giappone e Usa e sta correndo ai ripari, viste le drammatiche situazioni in cui versa l’ambiente.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

La Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.