Le Saline Conti Vecchi, riaprono al pubblico

0 49

La bellezza va ammirata e condivisa, come quella delle Saline Conti Vecchi a pochi chilometri da Cagliari, che aprono al pubblico dopo un intervento di restauro a cura del Fai e di Eni.

Queste saline sono un mix di archeologia industriale e oasi naturale entrate in funzione nel 1931. Si estendono su una superficie di 2700 ettari nei Comuni di Assemini, Capoterra e Cagliari e sono integrate con lo stabilimento industriale Ing. Luigi Conti Vecchi ad Assemini, che è stato riqualificato.
Così ora è aperta al pubblico parte del complesso delle storiche saline e sito di archeologia industriale delle Saline Conti Vecchi, recuperato grazie al progetto FAI-Syndial Eni, che racconta attraverso allestimenti d’epoca, documenti storici e videoproiezioni la storia del sale, la sua produzione, il suo paesaggio e i suoi protagonisti.

Gli ambienti sono stati riportati alle originarie funzioni, corredati di macchinari, oggetti e arredi storici che permettono di toccare con mano come si svolgeva la vita della salina nella prima metà del Novecento, tra uffici, officine e laboratori, in un fervere di attività produttive. La visita degli edifici consente al pubblico di conoscere il luogo che poi visiterà lungo percorsi guidati immersi nella natura, con uno sguardo alla produzione che spicca nel panorama della salina, dominato dalle candide montagne di sale visibili fin da lontano e sullo sfondo dell’orizzonte e del mare.

La redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.