La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Pasta di legumi, l’alternativa proteica

1

Non solo zuppe. Con i legumi, pilastro dell’alimentazione mediterranea, si possono realizzare numerose tipologie di pasta. Arrivate sugli scaffali dei supermercati da qualche anno, stanno conquistando sempre più il palato dei consumatori, considerato che si condiscono con semplicità.

Piselli, ceci, lenticchie, fagioli e così via, la pasta a base di legumi ha numerosi apporti nutrizionali: è ricca di proteine, fonte di fibre e zinco, ad alto contenuto di fosforo, ferro e manganese, insomma racchiude il gusto autentico delle leguminose, conservandone tutti i benefici. Tra le diverse varianti, le più comuni sono la pasta di piselli, dal sapore che tendente al dolciastro; la pasta di ceci, molto delicata; la pasta di fagioli dal sapore deciso; la pasta di lenticchie, più diffusa perché molto richiesta.
Per cucinarla il procedimento è identico a quello della pasta tradizionale, quindi si mette l’acqua a bollire e quando raggiunge i 100°C va buttata la pasta. Nel giro di pochi minuti è cotta e possiamo condirla come più ci piace.

Tra le ricette adatte alla bella stagione consigliamo pasta corta di lenticchie con sugo di melanzane e menta.

INGREDIENTI:
250 grammi di pasta corta di lenticchie
180 grammi di melanzane
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 mazzetto di menta
aglio e sale q.b.

PREPARAZIONE
Pulire e tagliare a pezzi le melanzane. Pulire e lavare la menta. Far dorare in una padella l’aglio con l’olio extravergine d’oliva e le melanzane tagliate a pezzi.
Nel frattempo lessare la pasta in abbondante acqua salata.
Trascorso il tempo di cottura, scolare la pasta di lenticchie e saltarla in padella con il ragù di melanzane, aggiungendo  qualche foglie di menta.

Anna Simone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.