La rivista di stile, vita, benessere e cultura green a 360 gradi

Progetto Wasted, quando riciclare fa guadagnare

4

Incentivare paga. Una conferma arriva da Amsterdam, dove da più di anno nel quartiere Noord è partito il progetto sperimentale Wasted che ripaga chi fa la raccolta differenziata con speciali monete e buoni sconto da spendere nei locali o nei negozi della zona.

I risultati ottenuti finora sono incoraggiati, infatti, hanno aderito circa 700 famiglie e sono stati raccolte più di 15mila kg di rifiuti di plastica, circa 12mila sacchi. Inoltre, più della metà dei partecipanti ha dichiarato di aver migliorato le proprie abitudini nello smaltimento dei rifiuti e il 23% sostiene di aver ridotto il consumo totale di materie plastiche.

Il meccanismo è lineare: a tutti i partecipanti vengono forniti dei sacchetti etichettati con codici QR, che permettono di tracciare quanto raccolto e differenziato. I sacchetti possono essere portati dalle stesse famiglie in alcuni punti di recupero o vengono raccolti dagli addetti comunali in collaborazione con Cities Foundation che, a inizio 2015, ha lanciato Wasted.

Così per ogni sacco di plastica raccolto c’è una ricompensa per acquistare un caffè o una birra (1 moneta verde), un massaggio rilassante (7 monete verdi), ma anche di avere sconti sulla riparazione di ricambi auto o sull’acquisto di indumenti in tutte le attività commerciali che hanno aderito all’iniziativa.

Che fine fa la plastica raccolta? Grazie a una collaborazione con il Comune che ospita l’iniziativa, il materiale raccolto viene impiegato per realizzare arredamenti urbani (panchine, tavoli, mobili, giochi per bambini, cestini per rifiuti e così via). Il fine è di incentivare la raccolta differenziata, motivare le famiglia al riciclo e premiarle. Un circolo virtuoso che fa guadagnare tutti, dai cittadini ai commercianti, passando per l’ambiente e le società che si occupano di riciclare i rifiuti.

Anna Simone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.