Un apiario sui tetti delle aziende, a Milano il miele delle api urbane

0 107

Le aziende possono contribuire in modo innovativo alla salvaguardia delle api. Come? Installando delle arnie sul tetto, così da promuovere l’allevamento delle api urbane, che produrranno miele, e nello stesso tempo proteggere questi insetti. L’iniziativa è di Apicolturaurbana.it, portale italiano nato nel 2005 che offre tutto quello che serve per avviare una piccola produzione di miele nei centri urbani.
“La città è diventato un luogo protetto per questi fondamentali insetti impollinatori, un ambiente lontano da pesticidi e concianti, utilizzati spesso in modo massiccio nelle campagne. Il nostro progetto di impollinazione urbana – spiegano gli ideatori – permette di avere un alveare senza sapere nulla sull’apicoltura. È un’operazione chiavi in mano, che prevede l’installazione dell’apiario, l’assistenza quotidiana di un apicoltore professionista, la possibilità di visitare le api con i colleghi d’ufficio, l’allestimento di laboratori di smielatura e raccolta del miele, l’invasamento e la consegna dei vasetti di miele, con etichetta personalizzata, all’azienda che ospita le arnie”.
Il concetto di miele urbano suona strano. Eppure, la quantità di miele prodotto per famiglia di api in città è superiore a quello prodotto nelle aree rurali. Le api, durante la loro attività di raccolta del nettare, sono in grado di coprire fino a un raggio 3 Km di distanza dall’alveare. E la città offre varietà e disponibilità di fiori di specie e tipologia diversa; basti pensare ai fiori ornamentali sui balconi, nei giardini pubblici e privati, nelle aiuole e nei viali alberati.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Anna Simone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.