La bici che mangia lo smog

La bici che mangia lo smog

Su una bicicletta sono stati installati piccoli purificatori d'aria azionati a pedale

La bici che mangia lo smog

Dall’Olanda arriva un prototipo di una due ruote dotata di purificatore d’aria azionabile attraverso i pedali. Il concept è stato messo a punto dal designer Dan Roosegaarde, che crede nel ruolo della bicicletta come chiave di svolta green. Roosegarde ha iniziato a lavorarci nel 2013 per poi avviare qualche anno più tardi una campagna di raccolta fondi su Kickstarter, che ha portato alla costruzioni dei due prototipi.

L’idea è semplice: pedalando si aziona il purificatore installato sul telaio, che cattura le particelle di inquinamento atmosferico e restituisce aria pulita, creando delle “bolle d’aria” intorno al ciclista. In questo modo, si incentiva l’uso della bicicletta eliminando il fattore smog e nello stesso tempo si contribuisce a contenere i livelli di inquinamento nelle città.
Tra le prime nazioni a manifestare interesse verso questo progetto spicca la Cina, che sta pensando di investire in flotte istituzionali di due ruote purificatrici da mandare in giro per la città a ripulire l’aria.“Pechino è sempre stata il simbolo di una città su due ruote – ha spiegato Roosegarde – Vogliamo che la bicicletta torni a essere un’icona della Cina e che contribuisca a dare una mano all’ambiente”.

La redazione

Anna Simone

RELATED ARTICLES

Formula E, il campionato mondiale per le monoposto elettriche a Roma

Formula E, il campionato mondiale per le monoposto elettriche a Roma

È il 14 aprile la tappa romana del Gran Premio di Formula E, che vedrà sfrecciare bolidi elettrici per alcuni

SCOPRI DI PIÙ

Leave a Reply