Nasce Belmont, il progetto di smart city finanziato da Bill Gates

Nasce Belmont, il progetto di smart city finanziato da Bill Gates

Nasce Belmont, il progetto di smart city finanziato da Bill Gates

Belmont è una città che nascerà a poca distanza da Phoenix, in Arizona. Non esistono ancora date di consegna dei lavori ma si conoscono i nomi dei principali investitori. Il nome principale è quello della società immobiliare, Belmont Partners, ma quello che più ha richiamato l’attenzione è quello del magnate di Microsoft e noto filantropo, Bill Gates.

La particolarità di un progetto come Belmont è che si tratta di una smart city a tutti gli effetti, pensata e studiata per funzionare al 100% proprio come dovrebbe funzionare una smart city in piena regola. All’interno della città nasceranno quartieri residenziali e uffici, zone commerciali e distretti urbani dedicati all’istruzione e alla produzione. Ci saranno, inoltre, dei veri e propri spazi dedicati alla produzione completamente automatizzata e zone di importanza logistica funzionanti in assoluta autonomia.

La scelta della zona sulla quale far nascere la città non è casuale. Bill Gates, per mettere le mani sugli oltre 10.000 ettari di territorio su cui sorgerà Belmont ha pagato circa 80 milioni di dollari di tasca propria. Si tratta di una zona piuttosto selvaggia che, tuttavia, tra qualche anno vedrà sorgere il tratto autostradale denominato A11. Questo servirà per collegare il triangolo urbano di Phoenix, Reno e Las Vegas, creando un importante hub commerciale ed economico.

A muovere i “fili invisibili” di questa nuova realtà urbana una rete di connessione digitale ad alta velocità e un enorme data center in grado di immagazzinare una grande quantità di dati per permettere la crescita di una fitta rete di start up in ambito tecnologico. Al suo regime massimo la città dovrebbe poter contenere qualcosa come circa 200.000 abitanti disposti su zone residenziali fatte da circa 80.000 immobili.

Proprio il fatto che non esistano date di consegna chiarisce l’essenza piuttosto provvisoria del progetto, anche se la spesa affrontata da Bill Gates per entrare come attore principale in questo tipo di progetto chiarisce l’importanza che questo ha per il magnate statunitense.

Lorenzo Tagliaferri

RELATED ARTICLES

ReStart4Smart, la casa del futuro

ReStart4Smart, la casa del futuro

In legno, super tecnologica e alimentata solo da energia solare: queste le caratteristiche di ReStart4Smart, il pro

SCOPRI DI PIÙ

Leave a Reply