Sos microplastiche in mare, la campagna di MareVivo

Sos microplastiche in mare, la campagna di MareVivo

Questo prodotto è "senza microplastiche": quando riusciremo a leggerlo su tutti i cosmetici?

Sos microplastiche in mare, la campagna di MareVivo

Qualcosa si sta muovendo, ma c’è molto fare per il problema delle microplastiche presenti in mare. Marevivo, associazione ambientalista, da anni porta avanti una campagna per porre freno alla problematica e dei risultati si sono raggiunti. Sta avanzando, infatti, passo dopo passo, il cammino per l’approvazione della legge contro le microplastiche nei prodotti d’igiene e di bellezza.

Le microplastiche contenute nei cosmetici sono talmente piccole che i filtri di depurazione non riescono a trattenerle e arrivano, dal lavandino alle tubature e poi nei fiumi e nel mare, dove vengono scambiate dagli organismi marini per cibo, insinuandosi nella catena alimentare.
Gli effetti delle microplastiche sul corpo umano non sono ancora certi, mentre le prime gravi conseguenze riscontrate sui pesci, sui mammiferi marini e sugli uccelli parlano chiaro: ripercussioni sul sistema riproduttivo  e su quello endocrino.

Ogni anno nel mondo vengono prodotte 280 milioni di tonnellate di plastica e si stima che nel 2050 diventeranno 400. Su questo scenario, si innesta uno studio della Fondazione “Ellen MacArthur”, che prevede che per quell’anno ci saranno più plastiche che pesci in mare. Secondo alcune ricerche, oltre il 10% di plastica prodotta viene gettato in mare, andando ad alimentare il “Mostro”.
“Siamo sulla strada giusta per sconfiggere il mostro della plastica che minaccia i nostri mari e la nostra salute: mai come in questo caso i cittadini, i consumatori sono chiamati a fare la differenza perché potranno optare per dei prodotti di bellezza e di igiene plastic free e adottare stili di vita sostenibili”, commenta Rosalba Giugni, presidente di Marevivo.

Anna Simone

Anna Simone

RELATED ARTICLES

WaterFirst, la competizione su progetti per l’acqua

WaterFirst, la competizione su progetti per l’acqua

Scade il 30 dicembre 2017 il termine per presentare le candidature per WaterFirst!, la competizione rivolta a start

SCOPRI DI PIÙ

Leave a Reply