Tesla: a sorpresa ecco il roadster elettrico dalle prestazioni top

0 182

La giornata di ieri doveva essere una data da appuntare per gli appassionati dei prodotti Tesla come la Model S e la Model 3. Sicuramente lo è stata e per una serie completamente differente di motivi. Il primo riguarda la già annunciata presentazione della prima motrice elettrica per camion, ribattezzata Semi Truck e il secondo riguarda, a sorpresa, il roadster elettrico di Tesla.

[kelkoogroup_ad id="13540" kw="nature" /]

Elon Musk ha impiegato circa un’ora per spiegare la natura della motrice, accompagnato da spettacolari immagini e un primo sguardo all’avveniristica motrice, dalle linee veramente futuristiche e dalle prestazioni assolutamente affidabili. Dopodiché arriva come un fulmine a ciel sereno, insieme alla base del brano “Sabotage” dei Beasty Boys in sottofondo, il primo roadster elettrico firmato Tesla.

L’automobile presenta una livrea rosso/bordeaux piuttosto accattivante e una linea molto classica e sempre ricercata nelle roadster. A impressionare, però, sono le caratteristiche che questo prodotto racchiude. Tra le più sbalorditive è necessario elencare:

  • da 0 a 100 in 1.9 secondi;
  • un quarto di miglio in 8.9 secondi;
  • 400 km/h di velocità massima;
  • 4 posti;
  • 1000 km di autonomia con una carica;
  • batteria da 200 kW/h.

Con queste specifiche la sorpresa, quella sì perlomeno, è assicurata. La roadster elettrica non è un progetto appena sfornato da parte di Tesla. Nella mente di Musk questa avrebbe dovuto essere la prima auto prodotta dal colosso dei motori elettrici, tra il 2008 e il 2012, salvo poi scegliere di perseguire altre strade. L’obiettivo di Musk non è quello di incrementare le vendite con questo prodotto (il singolo modello costerà qualcosa come 200.000 dollari), ma di dimostrare che è possibile una strada alternativa ai combustibili fossili e che questa strada è fatta di potenza, molta potenza.

Secondo le indiscrezioni il primo modello di roadster elettrico dovrebbe essere messo in vendita a partire dal 2020, ma non sempre le promesse di Musk sono state mantenute in tempo, quindi, non ci resta che attendere fiduciosi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.